Vai al contenuto

Annunciato Requiem for Vengeance

Annunciato Requiem for Vengeance
Sabato 1 luglio, Bandai Namco Filmworks durante il suo panel dell’Anime Expo ha ufficialmente annunciato Requiem for Vengeance, un nuovo progetto animato di Gundam.

Ma facciamo un passo indietro.

Non più di un mese fa, Bandai Namco Filmworks ha ha depositato due nuovi marchi Gundam presso presso l’Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale.
Si tratta di Mobile Suit Gundam: Silver Phantom (depositato il 24 maggio 2023) e Gundam: Requiem for Vengeance (depositato il 26 maggio 2023). Fino a ieri, non avevamo nessuna informazione circa i progetti legati a questi due marchi.

Sabato 1 luglio, durante il suo panel dell’Anime Expo è stato ufficialmente annunciato Requiem for Vengeance.

Come è possibile vedere dal trailer “trafugato” qui sotto, l’animazione è interamente prodotta con l’Unreal Engine 5 di Epic Games (il che rappresenta una novità assoluta nel franchise di Gundam).

Il regista è l’artista tedesco Erasmus Brosdau (Origin Zero, “The Lord Inquisitor: Seed of Ambition”), la storia è di Gavin Hignight (Tekken: Bloodline, Transformers: Cyberverse, Star Wars: Resistance). L’attrice australiana Celia Massingham (DC’s Legends of Tomorrow, Ladies in Black) ha doppiato il personaggio principale e ha eseguito il motion-capture per l’animazione. Il produttore Naohiro Ogata (Mobile Suit Gundam: The Witch From Mercury, Mobile Suit Gundam Thunderbolt) è coinvolto nel progetto.

Il character designer principale è di Manuel Augusto Dischinger Moura (Concept Art Director statunitense che ha lavorato tra le altre cose per Blizzard Entertainment). Kimitoshi Yamane (Cowboy Bebop, Escaflowne, diversi progetti Gundam) è il supervisore del mecha design. Le musiche sono di Wilbert Roget II (Mortal Kombat 11, Call of Duty: WWII, Lara Croft e i giochi Temple of Osiris).

Hignight ha confermato che gli episodi del progetto sono ambientati nella timeline dello Universal Century, nata con il primo Mobile Suit Gundam. Brosdau ha aggiunto in un videomessaggio che la storia è raccontata dal punto di vista della fazione di Zeon, in particolare dalle cabine di pilotaggio dei mobile suit Zaku (il che in pratica ci riporta a MS Igloo). Il trailer dice che la storia è ambientata “undici mesi dopo la guerra rivoluzionaria” (sono accrediti gli studi Sunrise e Safe House). Hignight ha citato Mobile Suit Gundam Thunderbolt e Mobile Suit Gundam: The 08th MS Team come influenze sul progetto.

Hignight e Massingham sono apparsi personalmente al panel per discutere del progetto, ed è apparso anche Roget II. (Ogata sarebbe apparso al panel, se non fosse stato per l’anime Mobile Suit Gundam: The Witch From Mercury che si prepara a mandare in onda il suo finale proprio oggi.)

Per quanto non citato da Hignight quando ha annunciato Requiem for Vengeance, come influenza per noi è evidente che siamo di fronte a una nuova versione di MS Igloo:

Fonte: Anime News Network

Condividi