Sequel di Gundam Hathaway: le ultime notizie non piaceranno ai fan

sequel di Gundam Hathaway
I fan di Gundam potrebbero dover aspettare un po’ prima di vedere il sequel di Gundam Hathaway, poiché il produttore della serie avverte che il secondo capitolo potrebbe richiedere anni.

Il sequel di “Mobile Suit Gundam Hathaway” potrebbe non uscire prima del 2024.
Come riportato da Mantan Web e tradotto da Crunchyroll, i fan dell’UC potrebbero dover attendere qualche anno per vedere il sequel dell’ultimo film di Gundam. Durante un evento stampa tenutosi per celebrare l’uscita della prima parte di Hathaway su Blu-ray, Naoto Ogata, un produttore dello studio di animazione Sunrise, ha rilasciato alcune brutte notizie sulla data di uscita del sequel. Alla domanda su quando i fan possano aspettarsi la seconda parte, Ogata ha detto: “Le prossime Olimpiadi… E potrebbero non essere nemmeno quelle di Parigi”, riferendosi alle Olimpiadi di Parigi del 2024. Ogata ha poi aggiunto: “Ma sarà completato prima delle Olimpiadi del 2028 a Los Angeles. Questo è sicuro”.

Secondo Ogata, il prossimo capitolo della trilogia di Hathaway è ambientato principalmente in Australia. Il team dietro i film vuole visitare il continente per raccogliere fotografie e altri materiali di riferimento, ma l’attuale pandemia di COVID-19 e le restrizioni sui viaggi internazionali hanno reso difficile questo processo. Ogata ha scherzato: “In questo periodo il regista sta usando un simulatore di volo per sorvolare l’Australia”.

A settembre, Ogata ha rivelato che il secondo film della serie è provvisoriamente sottotitolato “Son of Bright”, un riferimento al personaggio principale della serie, Hathaway Noa, che è il figlio di Bright Noa, uno degli eroi dell’originale anime di Mobile Suit Gundam del 1979. Ogata ha anche rivelato che il sequel presenterà il ritorno sullo schermo di Bright, che sarà ancora una volta doppiato da Ken Narita, noto anche per Inuyasha. Narita ha interpretato il personaggio in Mobile Suit Gundam Unicorn del 2010, dopo la scomparsa del doppiatore originale di Bright, Hirotaka Suzuoki, nel 2006.

Ogata ha anche affermato che il sequel divergerà anche dal suo materiale originale, un romanzo del 1989 intitolato Hathaway’s Flash, opera del creatore della serie Yoshiyuki Tomino. Hathaway’s Flash si ricollega direttamente alle conseguenze del celebre film del 1988 Il Contrattacco di Char, incluso il modo in cui gli eventi di quel film hanno influenzato il giovane Hathaway Noa. Ancora alle prese con il trauma della battaglia finale tra Char e Amuro, Hathaway si unisce all’organizzazione terroristica MAFTY, ribellandosi al governo della Federazione Terrestre che suo padre ha contribuito a far vincere nelle guerre contro Zeon.

Mobile Suit Gundam Hathaway è uscito in Giappone all’inizio di quest’estate ottenendo la migliore performance al botteghino di un film di Gundam dai tempi de Il Contrattacco di Char. Il film è stato distribuito a livello internazionale su Netflix appena tre settimane dopo la sua prima nei cinema giapponesi.

Il Gundam Italian Club ha incontrato Ogata nel 2017, assieme al maestro Tomino, alla XXI edizione di Romics (guarda la fotogallery).

Gundam Hathaway fa parte del progetto NexT 0100, il programma con cui Sunrise intende raccontare il secondo secolo dello Universal Century.

Fonte: CBR